Monthly Archives: Febbraio 2016

0 1375

L’Avv. Anna Di Lorenzo sarà relatrice nel Seminario di specializzazione organizzato da Euroconference dal titolo “Modello 231 e Sicurezza sul Lavoro”.

PROGRAMMA

I soggetti della sicurezza
•   I soggetti della sicurezza
•   Il Datore di Lavoro: sviluppi giurisprudenziali
•   La delega di funzioni e poteri (art. 16 D.Lgs 81/08)
•   Utilità del Modello 231 per il Datore di Lavoro delegante
•   Individuazione dei soggetti in base alle mansioni di fatto

I diversi compiti “normativi” dei soggetti della sicurezza

Rapporti tra Modello 231 e DVR

Tecniche di analisi del rischio reato presupposto
•   Modalità operative per l’impostazione dell’analisi
•   Come reperire le informazioni (documenti, interviste, check list)
•   Individuazione ed analisi dei processi sensibili “sicurezza sul lavoro”

Protocolli specifici del Modello 231
•   Le indicazioni dell’art. 30 D.Lgs. 81/08
•   Standard minimi per le PMI (D.M. 13.2.2014)
•   Individuazione dei soggetti coinvolti e contenuti
•   Tecniche di redazione dei protocolli di prevenzione
•   Previsione di flussi informativi verso l’Organismo di Vigilanza
•   I sistemi di gestione, criteri di utilizzabilità

L’O.d.V.
•   Composizione dell’O.d.V.
•   Oggetto dell’attività di vigilanza
•   Rapporti tra O.d.V. e RSPP

SEDI E DATE

Bologna   AC Hotel 7 giugno 2016
Milano   Hotel Michelangelo 22 giugno 2016

Per ulteriori informazioni cliccare qui.

0 1234

L’Avv. Alberto Tenca sarà relatore nel Seminario di specializzazione organizzato da Euroconference dal titolo “Procedimento penale per la Responsabilità Amministrativa degli Enti”.

PROGRAMMA

La fase di indagini preliminari
•   Prescrizione e decadenza in relazione all’illecito 231
•   L’illecito commesso all’estero e quello commesso in Italia da Enti esteri
•   Reati associativi quali veicolo della responsabilità 231 in relazione a reati non presupposto: posizioni giurisprudenziali a confronto
•   Rappresentanza e costituzione dell’Ente tra incompatibilità normative e diritto di difesa
•   Le misure cautelari: requisiti per la concessione e difesa dell’Ente
•   Sequestro probatorio e conservativo

Il processo
•   La costituzione di parte civile dell’Ente e nei confronti dell’Ente: i contrasti giurisprudenziali
•   Compatibilità delle posizioni di Ente sottoposto a processo e di Responsabile civile per il fatto dell’imputato
•   Strategie e tecniche difensive
–   La difesa sul fatto reato presupposto e sull’illecito amministrativo di- pendente da reato
–   Il Modello come essenziale strumento di difesa
–   La prova dell’elusione fraudolenta del Modello
–   La prova dell’esistenza ed operatività dell’OdV
•   Il contenimento delle sanzioni
–   L’ottenimento di “attenuanti”
–   Come  impedire  sanzioni  interdittive  od  ottenerne  la  conversione  in sanzioni pecuniarie
•   Procedimento 231 e procedure concorsuali
–   Giudizio a carico dell’Ente fallito
–   Legittimità del sequestro 231 in pendenza di procedure concorsuali

SEDI E DATE

Bologna   ZanHotel Europa 1 aprile 2016
Milano   Hotel Michelangelo 15 aprile 2016
Roma   Centro Congressi Cavour 17 giugno 2016
Verona   DB Hotel 20 maggio 2016

 

Per ulteriori informazioni cliccare qui.

0 1683

Gli Avv.ti Anna Di Lorenzo ed Alberto Tenca saranno relatori nel Seminario di specializzazione organizzato da Euroconference dal titolo “Modello 231”.

PROGRAMMA
INQUADRAMENTO DELLA NORMATIVA 231/01
Elementi essenziali della responsabilità utili per la redazione del modello

•   Criteri soggettivi e oggettivi d’imputazione della responsabilità
•   Interesse o vantaggio per l’Ente
•   Reati presupposto e recenti novità
•   Il ruolo del Modello nella difesa dell’Ente
•   Altre utilità del Modello 231REDAZIONE DEL MODELLO 231
Tecniche di analisi e valutazione dei rischi reato presupposto 

•   Informazioni da acquisire per lo svolgimento dell’analisi
–   tipo di società e sistema di amministrazione
–   verifica delle deleghe organiche e di funzioni
–   valutazione delle mansioni di fatto
–   descrizione processi e modalità operative
•   Modalità di acquisizione delle informazioni
•   Individuazione ed analisi dei processi sensibili
•   Impostazione della mappatura del rischio reato
•   Discussione critica delle diverse tecniche di valutazione del rischio

I protocolli di prevenzione: caratteristiche e suggerimenti operativi di redazione 
•   Tecniche di redazione dei protocolli di prevenzione
•   Contenuti essenziali
•   Previsione di flussi informativi verso l’Organismo di Vigilanza
•   Le  procedure  dei  sistemi  di  certificazione  in  rapporto  ai  protocolli  del Modello

Protocolli specifici per la prevenzione
•   Impostazione dei protocolli secondo le indicazioni dell’art. 30 D.Lgs. 81/08 e DM 13.2.14
•   La prevenzione dell’autoriciclaggio: questioni discusse e possibili soluzioni
•   Protocolli per la gestione di acquisti e vendite finalizzati alla prevenzione di diverse fattispecie di reato
•   Disamina di misure di prevenzione in materia ambientale
•   Discussione in merito alle modalità di prevenzione di ulteriori fattispecie reato d’interesse
•   Come dare piena operatività al Modello
•   Individuazione e nomina dell’OdV
•   Impostazione dell’attività informativa e formativa
•   Come  strutturare  un  sistema  disciplinare  “legittimamente  applicabile”: diversificazione per soggetti

Rapporto tra Modello 231, Piani Anticorruzione e Programmi per la Trasparenza

AGGIORNAMENTO DEL MODELLO 231
Attività e accorgimenti da adottare

•   Monitoraggio continuo del Modello
•   Aggiornamento del Modello: cause, fasi e soggetti coinvolti
•   Aggiornamento dell’analisi e della valutazione del rischio
•   Aggiornamento del Sistema di prevenzione

PRATICA PROFESSIONALE
Durante il corso verranno presi in esame casi pratici per concretizzare, tramite esempi, fac-simili e modelli, i passaggi “chiave” illustrati in aula

SEDI E DATE

Bologna   ZanHotel Europa 30 giugno e 1 luglio 2016
Milano   Hotel Michelangelo 14 e 15 aprile 2016
Roma   Centro Congressi Cavour 16 e 17 giugno 2016
Verona   DB Hotel 19 e 20 maggio 2016

 

Per ulteriori informazioni cliccare qui.