Yearly Archives: 2014

Approvata in via definitiva alla Camera la Legge sulla “DELEGA FISCALE”

L’utilità dell’adozione dei Modelli 231 da parte delle imprese, al di là dei benefici esimenti o diminuenti della Responsabilità Amministrativa, trova ulteriore conferma nel testo di Legge in esame, che all’art. 6 contiene la delega al Governo affinchè introduca norme che prevedano:

“per i soggetti di maggiori dimensioni, la previsione di sistemi aziendali strutturati di gestione e di controllo del rischio fiscale...” (art. 6 co. 1)

“incentivi sotto forma di minori adempimenti per i contribuenti e di riduzioni delle eventuali sanzioni, anche in relazione… ai criteri di limitazione e di esclusione della responsabilità previsti dal decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231…” (art. 6 co. 2).

Di un anno il termine per l’adozione dei Decreti Legislativi di attuazione.

 

Il Dossier del Servizio Studi del Senato sull’A.S. n. 1058 “Delega al Governo recante disposizioni per un sistema fiscale più equo, trasparente e orientato alla crescita” n. 63 dell’ottobre 2013 esprime chiaramente la convinzione che i Modelli di cui al D.Lgs. 231/01 “possono essere inquadrati a fondamento di un sistema integrato di controlli che consentano di gestire in modo efficiente e puntuale qualsiasi forma di rischio (compreso quello fiscale), offrendo all’imprenditore, ai soci e alla governance aziendale un vero e proprio sistema capace di monitorare l’attività dell’impresa”.

Il Dossier contiene anche un monito ben preciso agli imprenditori:

 “la necessità di creare modelli organizzativi… è stata interpretata dalle imprese e dagli enti interessati prevalentemente in modo negativo, quale ulteriore adempimento generatore di costi e responsabilità… Questo modo di interpretare la normativa ha portato le stesse a creare modelli organizzativi “di facciata” senza vedere in questi alcuna utilità diretta sul piano gestionale e strategico. La giurisprudenza, con sanzioni gravi, ha punito questo tipo di approccio disattendendo il modello, in quanto non creato a misura sull’impresa, ma copiato da prototipo soggettivamente inefficace”.

Cliccare qui per scaricare il dossier senato Delega Fiscale

E’ stato pubblicato il D.M. 13.2.2014, con il quale il Ministero del lavoro ha fornito indicazioni organizzative semplificate per le PMI che intendano adottare il Modello di Organizzazione e Gestione D.Lgs. 231/01, per la parte relativa alla sicurezza sul lavoro di cui all’art. 30 D.Lgs. 81/08.

E’ possibile scaricare il testo del Decreto e le Procedure semplificate cliccando sui seguenti link:

DM 13.2.2014

Procedure semplificate

0 1670

La Responsabilità amministrativa D.Lgs. 231/2001
Quali applicazioni in materia tributaria?

Sala Ordine Avvocati Padova – 21 febbraio 2014

RELATORI: Avv. Alberto Tenca ed Avv. Anna di Lorenzo

CONTENUTI:

Principi della responsabilità amministrativa 231

 I reati presupposto che creano la responsabilità
Quali possibili applicazioni in materia tributaria?

Le misure cautelari a carico dell’Ente

Le sanzioni amministrative per l’Ente

Attività investigativa
La Circolare della Guardia di Finanza (n. 83607/2012)

Come difendere l’Ente?
– Un solo strumento: il Modello di organizzazione e gestione
– Aspetti operativi e applicativi

 

Discussione dei quesiti che saranno posti dai partecipanti

 

STRUMENTI DIDATTICI UTILIZZATI

Proiezione di slide

0 1867

Reati d’impresa, impostazione della difesa e strategie processuali

Il Master esamina con taglio pratico ed operativo le questioni giuridiche – sostanziali e processuali – di maggior rilievo attinenti la complessa materia del diritto penale d’impresa.
Nello specifico verranno analizzate le dinamiche processuali in caso di procedimento penale-amministrativo a carico dell’Ente ex D. Lgs. 231/01, in ambito di diritto penale del lavoro, di reati nelle procedure concorsuali e di violazioni penal-tributarie.
L’obiettivo è porre in evidenza le strategie e tecniche difensive che il Professionista deve adottare al fine di tutelare al meglio la propria “impresa-cliente”.

SEDI E DATE

MILANO

Hotel Michelangelo

27 giugno 2014
28 giugno 2014
11 luglio 2014
12 luglio 2014

CLICCARE QUI PER PROGRAMMA ED INFORMAZIONI

Con sentenza n. 4677 del 18.12.2013, pubblicata il 30.1.2014, la Corte di Cassazione Penale, Sez. V, ha annullato con rinvio la sentenza assolutoria pronunciata dalla Corte di Appello di Milano, a fronte del ricorso presentato dal Procuratore Generale.

Nella motivazione di tale sentenza, la Suprema Corte ha affermato alcuni principi che riteniamo meritino un commento critico e che ci auguriamo possano trovare occasione di approfondimento ed, in parte, di ripensamento da parte dei giudici di legittimità, per quanto andremo qui ad argomentare.

Leggi l’articolo di commento alla sentenza 4677/14

Testo della sentenza Cass. Pen. Sez. V 4677/14